La gotta

 
 
Schema terapeutico

NORME DIETETICHE E ABITUDINI DI VITA

Sono di fondamentale importanza, sia nel mantenimento della remissione nella gotta cronica, sia nella prevenzione degli "attacchi" di gotta acuta.

  • Dieta con poche carni e, soprattutto priva di salumi (che a parità di peso contengono molte più cellule per via della disidratazione);
    • Ridurre al minimo l'apporto di alcoolici (anche il vino)
    • Consumare più verdure (insalata a foglia verde)
    • bere molta acqua, anche fuori-pasto

L'abitudine all'esercizio

Eseguire con costanza attività fisica aerobica, nuoto, bicicletta, lunghe passeggiate, aiuta il soggetto con la gotta a prevenire gli "attacchi" e a mantenere controllato il peso corporeo.

Farmaci

Terapia a lungo termine:

  • Allopurinolo compresse: 300 mg/die (se inizia durante l'attacco acuto, iniizare con soli 100 mg/die, per almeno 2 settimane, prima di raggiungere i 300 mg/die).
  • Bicarbonato di sodio: 1/2 cucchiaino la sera appena prima di andare a dormire (ciò previene la possibile calcolosi delle vie escretrici renali e riduce la probabiblità di "attacco" di gotta notturno).

Terapia dell'"attacco" acuto

  • Colchicina da 1 granulo a 3 granuli/die. Sospendere se dovesse comparire diarrea.
  • Indoxen compresse 50 mg: 1 cpr x 3/die (durante i pasti)
  • Omeprazolo 20 mg: 1 cp/die la sera prima di coricarsi.

Questa terapia va proseguita fino alla fine dell'"attacco" e remissione dell'infiammazione.

Dr. Roberto Gorla

     
 

Pagina iniziale del sito